Cerca nel sito

Homepage l'ostsiedlung i tedeschi nei paesi Baltici i tedeschi in Polonia
i tedeschi nell’impero Austriaco i tedeschi nell’impero Russo altri insediamenti tedeschi
bibliografia siti amici mappa del sito


La storia dei Tedeschi dei Sudeti

 

La storia in sintesi

dal 1░ al 9░ Secolo

dal 9░ al 12░ Secolo

La colonizzazione tedesca

L’etÓ d’oro della Boemia

Dal 1378 al 1740

dal 1741 al 1848

dal 1848 al 1866

dal 1867 al 1914

La prima guerra mondiale

Il Nazionalsocialismo

L'espulsione dei Tedeschi

 

scrivimi



libro degli ospiti

© 2007-2012

 

sei in: i Germanici > i tedeschi nell’impero Austriaco > i Tedeschi dei Sudeti > dal 1░ al 9░ secolo



La storia della Boemia dal 1░ al 9░ secolo


la Boemia al centro dell'Europa

La Boemia, ai cui margini vi erano i territori in cui per secoli ha vissuto un popolo di etnia tedesca, non era alla periferia del mondo, ma Ŕ stata un valico per le migrazioni di massa, importante via commerciale e corridoio militare e, quindi, un incrocio di europei e di cultura cristiana.


stemma della Boemia

Geograficamente era il centro d’Europa e circondata da paesi vicini che hanno influenzato e determinato il suo corso politico.

Per molti secoli le genti di etnia tedesca hanno svolto un ruolo importante bilanciando e partecipando attivamente a tutte le attivitÓ del Paese.


Gli antichi popoli della Boemia


Boi

Pi¨ di 2000 anni fa, la Boemia era popolata dai Boi (una popolazione celtica originaria dell’antica Gallia)che trov˛ rifugio in Boemia in seguito alla guerra condotta contro di loro dal Re dei Daci Burebista attorno al 50 a.C. Furono i Boi a dare il loro nome alla Boemia. Una parte dei Boi poi migr˛ verso ovest (Bayern / Baviera).


il principe Marcomanno
Maroboduo

Molte altre trib¨, durante i moti migratori in Boemia, hanno lasciato diverse tracce e molti reperti. Studi sui toponimi indicano che l’area Ŕ stata anche sede di insediamenti degli Illiri, che successivamente migrarono verso i Balcani.

Emigrarono infine nella regione, insediandosi nel nord-ovest del paese, anche trib¨ germaniche; in Moravia i Quadi e in Boemia i Marcomanni del Principe Maroboduo.


Marcomanni e Quadi contro i Romani

Il Principe Maroboduo cercava per il suo popolo un luogo ben protetto, che potesse rendere il suo regno ancor pi¨ potente. La localitÓ individuata era una regione racchiusa da una catena di monti scoscesi, quindi facilmente difendibile, ma occupata dal popolo dei Boi. Maroboduo li affront˛ in battaglia, ed una volta battuti, costituý un regno insieme a questo nobile popolo.

Negli anni successivi riuscý a sottomettere tutti i popoli confinanti, ed organizz˛ il suo regno in una confederazione di numerose trib¨ germaniche (tra cui Quadi e Naristi) e celtiche, accrescendone notevolmente il prestigio e la forza militare, in opposizione e all'espansionismo romano. I Marcomanni avevano cosý costituito una lega di trib¨ scomoda per l'Impero romano. Maroboduo condusse ad altissimo prestigio le sue forze militari e le abitu˛ ad una ferrea disciplina per opporsi alla conquista dei Romani.


L’arrivo dei coloni slavi

Probabilmente alcuni slavi arrivarono dall’Oriente al tempo delle migrazioni continentali, anche se sporadicamente e non come famiglie o trib¨ organizzate come invece erano le trib¨ di agricoltori germanici. Questo Ŕ dimostrato anche dai nomi e dalle testimonianze archeologiche.

carlo magno
Carlo Magno

Intorno alla metÓ del VI sec. d.C. le trib¨ nomadi degli Avari si insediarono in Boemia. Inizialmente convivevano pacificamente con gli Slavi ma, alla fine del secolo, gli Avari sottomisero e schiavizzarono gli Slavi.

Sotto i costanti attacchi da parte degli Avari, gli Slavi si ribellarono. Un nobile Marcomanno di nome Samo, intorno al 623, si mise a capo della rivolta, riunendo le trib¨ in uno Stato Slavo.

Gli Avari vennero infine sottomessi da Carlo Magno che, nell’805, condusse anche una campagna contro gli Slavi in Boemia. La storia poi parla di conflitti, ma anche di accordi, contratti commerciali e culturali.

Le trib¨ Slave si distribuirono a nord fino al Mar Baltico e nell’attuale Holstein, mentre verso sud estesero la loro influenza sino al mare Adriatico. In Moravia questo dominio raggiunse il suo picco nel IX secolo.

indietro                        avanti